VARIAZIONI MUSICALI 2012

Piero Enne

La Comunità Cristiana Evangelica di Borgone Susa, nell’ambito del “Maggio Borgonese”, propone:

VARIAZIONI MUSICALI, con Piero e Sara Enne in concerto, e la partecipazione del tenore Ivo Blandino. La serata si svolgerà all’insegna di vari stili musicali: pop, rock e classico.

Piero Enne è un cantautore ed un artista poliedrico che, nel corso della serata, è capace di passare dal pop al rock ed al folk, in grado di coinvolgere il pubblico con grande facilità ed entusiasmo.

La sua storia artistica inizia molto presto quando Piero, giovane musicista, comincia ad esibirsi in vari locali, un lavoro che gli riserva grandi soddisfazioni sul piano professionale ma allo stesso tempo si sente vuoto sul piano spirituale. Comincia una ricerca che lo porterà ad una grande svolta: cantare per trasmettere un messaggio di speranza. Ad accompagnarlo la figlia Sara.

Il Tenore Ivo Blandino è un artista conosciuto ed apprezzato in Valle di Susa, dove risiede, per la sua professionalità.

L’appuntamento è per domenica 3 giugno, ore 21 presso il Palatenda posto sul piazzale delle Scuole Elementari di Borgone. L’ingresso è libero.

Approfondisci

EVANGELICI E RISORGIMENTO

In occasione dei 150 anni dell’unità d’Italia, l’Associazione culturale Ametegis di Mattie, presenta, nel Salone Polifunzionale:

 Evangelici e Risorgimento
I movimenti evangelici risorgimentali ed il loro contributo all’Unità d’Italia.

– Presentazione Mercoledì 7 dicembre 2011, ore 20,30
– Mosrta Giovedì 8 dicembre 2011, ore 14,00 – 18,30

La presentazione e la Mostra sono a cura del Pastore Giuseppe MAZZA’

L’ingresso è libero.

BREVE PRESENTAZIONE
Dopo il congresso di Vienna del 1815, In Italia, la presenza evangelica era stata messa a tacere dai tribunali inquisitori: resistevano alcune comunità Valdesi, relegati nelle valli del pinerolese. Altri gruppi evangelici erano costituite da cittadini stranieri residenti in Italia.
In questo contesto e nei fermenti sociali che portarono ai cambiamenti avvenuti nell’800, si inseriscono la diffusione dei movimenti evangelici sul territorio ed il loro contributo all’unificazione del paese.

Gli evangelici unirono alla lotta per la liberazione e l’unificazione del paese un’intensa opera sociale: assistenza, istruzione e cultura. Giunsero in Italia uomini e donne di grande impegno sociale (alcuni erano discendenti di famiglie italiane costrette all’esilio nel XVI secolo per la loro fede): erano evangelici gli educatori Enrico Mayer e la ginevrina di origini lucchesi Matilde Calandrini, evangelici erano Giovan Pietro Vieusseux, uomo di grande cultura e fondatore a Firenze del “Gabinetto scientifico e letterario” (oggi Ente Morale) e Jean Charles Sismondi (di origini pisane) economista e scrittore, per citarne alcuni.

Molti protagonisti del risorgimento italiano, nelle loro frequentazioni all’estero, furono influenzati dalle idee e dalla cultura evangelica. Lo stesso Cavour vantava importanti amicizie nel mondo accademico della Svizzera calvinista che hanno ispirato molto la sua azione politica.

La Mostra, costituita da una serie di pannelli, segue il cammino dei movimenti evangelici, la loro diffusione sul territorio ed il contributo dato alla costruzione dell’unità d’Italia.
La mostra presenta alcune figure poco note al grande pubblico ma di grande impegno sociale per realizzare un risorgimento morale e spirituale della nazione. Un altro tema trattato dalla mostra è il lungo e difficile cammino per la libertà religiosa nel nostro paese a partire dall’emancipazione dei valdesi prima e poi degli ebrei nel 1848. Grande contributo evangelico alla nascita della Croce Rossa Internazionale: evangelici erano Enry Dunant, che ebbe l’idea, ed il medico Luigi Appia che fece parte del comitato promotore.

Evangelici e Risorgimento: locandina

Approfondisci

La Mostra della Bibbia a Torino

Locandina Mostra della Bibbia, Torino 2011

Si segnala l’allestimento della mostra sulla Bibbia a Torino.

L’interessante iniziativa è fatta in collaborazione con la Chiesa Cristiana Evangelica di Torino, Via Andorno 50

La rassegna è una ricca collezione di Bibbie antiche e moderne, in italiano, lingue classiche (ebraico, greco e latino) e lingue straniere.

Saranno esposte alcune riproduzioni di opere uniche e di particolare pregio tra cui spicca, per lo splendore delle sue miniature, la Bibbia di Borso d’Este, Duca di Ferrara. Un capolavoro, riportato in Italia negli anni 20 dello scorso 900, per l’interessamento di Giovanni Treccani che si riservò i diritti di stamparne un certo numero di copie da destinare a bibliofili e collezionisti. L’originale è conservato nella Biblioteca Estense di Modena. Per quanto si sappia questo è l’ultimo esemplare della Bibbia ad esser stato copiato e miniato a mano.

La Bibbia è un libro antico ma sempre attuale. Perseguitata sin dalle antichità, posta fuori legge, bruciata sui roghi, è messa al bando, ancora oggi, in molti paesi, eppure, è il libro che ha esercitato un’influenza enorme sull’umanità, superiore a quella di ogni altro testo religioso, filosofico o politico: l’arte, la letteratura, le leggi e le istituzioni hanno tratto ispirazione, direttamente o indirettamente, dalla Bibbia.

I Credenti di tutto il mondo hanno trovato, e trovano tutt’oggi, forza e conforto.

La mostra si propone di promuovere la conoscenza della Bibbia, le sue origini, la sua storia e la sua diffusione e resterà aperta dal 6 al 13 ottobre 2011 con il seguente orario: tutti i giorni dalle 16 alle 19,30 mentre la domenica sarà possibile visitarla anche al mattino dalle 10 alle 12.

L’ingresso è libero.Informazioni: Mazzà 3284376374 – Tropiano 3204574

 

Die Kupferbibel Matthäus Merians von 1630.
Rotolo in pergamena contenente il libro di Ester, in ebraico antico
Rotolo in pergamena contenente il libro di Ester, in ebraico antico

 

La Mostra della Bibbia a Bardonecchia 2006

Approfondisci

Mostra: La Bibbia tra storia e cultura – Comunicato

 COMUNICATO

La Comunità Cristiana Evangelica di Borgone Susa,
La Chiesa Cristiana Evangelica Battista di Susa,
La Chiesa Cristiana Evangelica Pentecostale di Susa,
Con il patrocinio della Città di Susa,
presentano la Mostra:

“LA BIBBIA TRA STORIA E CULTURA”
Susa, Centro Culturale Asilo Umberto I°, Via Mazzini 27
Dal 10 al 18 settembre dalle ore 15 alle 20 – Ingresso libero

 

Inaugurazione sabato 10 settembre 0re 16,00, con la presenza di autorità civili e religiose.

 

La Bibbia è il testo sacro per cattolici, ortodossi, evangelici e, per quanto riguarda l’antico testamento, ebrei. Si tratta di una raccolta di “libri” (dal greco “ta biblìa”) in origine indipendenti tra loro, che spaziano dalla prosa, alla poesia, alla storia, alla profezia ed al costume. Redatta da una quarantina di scrittori di diversa cultura ed estrazione sociale, in un periodo di circa 1500/1600 anni si presenta con una straordinaria unità, nonostante la diversità degli scrittori ed i tempi di composizione.

 

Una serie di pannelli esplicativi accompagneranno i visitatori attraverso un percorso storico cronologico che partendo dall’invenzione della scrittura giunge ai nostri giorni. Le tappe principali sono gli antichi manoscritti e la paziente copiatura a mano dei testi, la formazione del canone, le più antiche traduzioni, il Medio Evo, l’invenzione della stampa, la riforma protestante, il concilio di Trento e l’Inquisizione, fino a giungere al 1900, il secolo della diffusione mondiale.

 

Molto ricco è il percorso bibliografico, la rassegna comprende un’ampia collezione di circa 140 volumi, antichi e moderni. Si possono ammirare e sfogliare Bibbie in lingua italiana, lingue antiche (ebraico, greco e latino) e lingue straniere.

 

Tra i testi più importanti esposti la riproduzione della Bibbia di Gutenberg, il primo libro stampato con i caratteri mobili; la Bibbia di Borso d’Este, scritta a mano ed arricchita di preziose miniature e considerata la Bibbia più bella del mondo ed un manoscritto su rotolo di pergamena.

 

La manifestazione si propone di promuovere la conoscenza della Bibbia, le sue origini, la sua storia, la sua diffusione e l’influenza esercitata sulle culture con le quali è venuta a contatto. Attualmente la Bibbia intera, o parti di essa, è stata tradotta in oltre 2400 lingue o dialetti, classificandosi al primo posto tra i libri più diffusi al mondo.

 

Informazioni Mazzà – Telefono 3284376374.

Approfondisci

La Mostra della Bibbia

 La Mostra della Bibbia

 La mostra della Bibbia è stata realizzata nell’ambito delle attività della Chiesa Cristiana Evangelica di Borgpone Susa (TO).

 L’idea di realizzare una “Mostra della Bibbia” prese forma nel 2003 dopo l’allestimento di una analoga rassegna, a Borgone Susa, con materiale gentilmente messo a disposizione dalla Società Biblica in Italia. L’evento comportò un grande impegno per la piccola comunità che fu ampiamente ripagato dall’interesse dimostrato dai visitatori ma anche dall’entusiasmo e coinvolgimento della chiesa. La manifestazione fu accompagnata da iniziative collaterali quali alcune conferenza e la lettura pubblica della Bibbia.

 Nell’autunno del 2004 si iniziò con la ricerca e la raccolta del materiale e la preparazione dei testi dei pannelli esplicativi. Finalmente il 28 maggio 2005, allestita nei locali della Scuola Elementare di Borgone Susa, nell’ambito delle manifestazioni del “Maggio Borgonese“, veniva inaugurata la “Mostra della Bibbia”.

 Attualmente, la Mostra è una ricca collezione (circa 140 pezzi), comprendente:

 Bibbie in italiano, lingue straniere, lingue antiche (ebraico, greco, latino)

  • Riproduzioni di edizioni di interesse storico, tra cui la Bibbia di Gutenberg, la Bibbia di Borso d’Este, la traduzione di Giovanni Diodati del 1641, ed altro ancora

    Bibbia di Borso D'Este
  • Edizioni illustrate e per ragazzi,
  • Sussidi per la lettura e lo studio della Bibbia,
  • Un rotolo di pergamena scritto a mano, in ebraico antico, contenente il libro di Ester,

 Inoltre, una serie di pannelli esplicativi accompagnano il visitatore attraverso un percorso cronologico, che, partendo dall’invenzione della scrittura, si snoda attraverso gli antichi manoscritti e la paziente copiatura a mano dei testi, la formazione del canone, le più antiche traduzioni, il Medio Evo, periodo in cui i testi incontrano la bellezza delle illustrazioni e delle miniature. Il rinascimento, l’invenzione della stampa, la riforma protestante, il concilio di Trento, l’Inquisizione fino a giungere al 1900, il secolo della diffusione mondiale.

 La Mostra è uno strumento itinerante di grande interesse culturale e didattico che mettiamo a disposizione di Enti, Chiese ed Associazioni per manifestazioni ed esposizioni. Per informazioni contattateci: evalsusa@yahoo.it

Approfondisci

Scopo della Mostra della Bibbia

 

Qual è lo scopo della Mostra della Bibbia?

 

La Mostra si presenta come un evento culturale di grande rilievo, si propone di promuovere la conoscenza della Bibbia, le sue origini, la sua storia, la sua diffusione e l’influenza che ha esercitato su varie culture. Attualmente, la Bibbia intera, o parte di essa, è stata tradotta in oltre 2500 lingue o dialetti. La Bibbia è il testo sacro per cattolici, evangelici ortodossi e, per quanto riguarda l’Antico Testamento, ebrei.

Approfondisci

Perchè la Mostra della Bibbia?

 

Perché una Mostra sulla Bibbia?

 

  • La Bibbia è il libro che più di ogni altro testo religioso, filosofico o politico ha esercitato una grande influenza sull’umanità: l’arte, la letteratura, le leggi e le istituzioni hanno tratto ispirazione, direttamente o indirettamente dalla Bibbia.
  • La Bibbia, pur essendo un libro antico, è un libro attuale: ci racconta di uomini vissuti in tempi e luoghi lontani dai nostri, eppure le loro storie, le loro esperienze di vita parlano di noi ed a noi. La forza d’animo e la fragilità umana, il dubbio e la fede, l’amore e l’odio, l’oppressione e la libertà sono tra i temi dominanti di questo libro. In questo modo la Bibbia diventa un libro attuale in cui ognuno può riconoscersi.
  • La Bibbia è il libro che ha cambiato la vita di molte persone in tutti i tempi. Uomini e donne di tutto il mondo (ed in tutti i tempi dell’esistenza di questo libro) hanno trovato, e trovano ancora oggi, in essa, forza e conforto.
  • La Bibbia è un libro attendibile e le recenti scoperte archeologiche lo hanno confermato.
  • La Bibbia è la PAROLA DI DIO! Non è un libro disceso dal cielo, ma Dio ha scelto uomini per parlare ad altri uomini, col linguaggio degli uomini. Ecco cosa dice l’apostolo Pietro a questo riguardo: “Infatti nessuna profezia venne mai dalla volontà dell’uomo, ma degli uomini hanno parlato da parte di Dio, perché sospinti dallo Spirito Santo” (2 Pietro 1:21).

Approfondisci

Cosa hanno detto i visitatori della Mostra della Bibbia

 Cosa hanno detto i visitatori della Mostra

 “Complimenti! Un lavoro impegnativo ma interessantissima” (V.P., Mattie 2007)

 “Ho apprezzato la cura e la capacità di comunicare un contenuto così vasto ed interessante. Proposta molto ampia e ricca. Complimenti per l’ottimo lavoro” (S.T., Mattie 2007)

“Con tanta sorpresa mi sono ritrovata in un ambiente di vera cultura” (M.G.F., Mattie 2007)

 “La visita è stata davvero un piacere per la bellezza e la compiutezza dei documenti e l’utilità delle didascalie. Sono sicura che questa mostra raggiungerà il suo scopo” (L.F.B., Mattie 2007)

“Finalmente qualcosa su un libro che non segue le mode e che è valido sempre, per tutti” (M., Bardonecchia 2006-2007)

“Interessante e inconsueta. Grazie per la disponibilità” (B., Bardonecchia 2006-2007)

“Interessante excursus, non solo nella storia della Bibbia, ma anche sulla storia della comunicazione e della scrittura nei secoli, anzi millenni. Molto interessante per le scuole” (An., Bardonecchia 2006-2007)

“Mi sono avvicinata per curiosità ma dopo le interessanti informazioni sono stata interessata” (S.M., Bardonecchia 2006-2007)

“Vivo apprezzamento per la cura dell’esposizione e la ricchezza dei contenuti. Grazie!” (An., Bardonecchia 2006-2007)

“Una presentazione accattivante, testi storici, panorama linguistico comparato, un’accoglienza discreta, un pensiero spirituale in queste feste troppo profane” (D.C., Bardonecchia 2006-2007)

“Mi congratulo per lo sforzo compiuto nel raccogliere ed esporre i vari reperti. Mi auguro che la Mostra diventi permanente” (an., Bardonecchia 2006-2007)

“Grazie delle semplici ma efficaci spiegazioni” (E.F., San Giorio 2006)

“Scoprire nuovamente ciò che si credeva di conoscere. Grazie e complimenti agli organizzatori” (A.D., San Giorio 2006)

“Bello, molto bello! Personalmente una grande emozione, come camminare attraverso i secoli. Grazie!” (M.B., San Giorio 2006)

“Veramente riuscita e chiara nelle esposizioni sintetiche ma esaurienti. Complimenti” (D.M.V., Borgone Susa 2005)

“Interessantissima. Spiegata in modo chiaro ed esauriente, guida bravissima” (G.R., Borgone Susa 2005)

“Bel lavoro. Mostra completa e molto interessante. Emozionante. Grazie di tutto” (E.C. Borgone Susa 2005)

Approfondisci