Cos’è la Bibbia?

“La tua parola è una lampada al mio 
piede e una luce sul mio sentiero” 
(Salmo 119:105).

La “Bibliologia” è lo studio della formazione della Bibbia e del suo sviluppo nel corso dei secoli. Tra i temi trattati: la formazione del canone, gli antichi manoscritti, le varie versioni, la storia, l’ispirazione, l’interpretazione, ecc.

La Bibbia è il testo sacro per cattolici, evangelici, ortodossi e, per l’Antico testamento, ebrei.
Secondo il rapporto dell’Alleanza Biblica Mondiale del 2009, la Bibbia intera o parti di essa è stata tradotta in 2508 lingue o dialetti.
Cos’è La Bibbia?
Il nome Bibbia viene dal greco (plurale) “ta biblìa” che significa “i libri”. Con “Biblos” (carta) si indicava la scorza del papiro e con “Biblion” si indicava il rotolo di “papiro”. “Biblion” fu il termine usato da Paolo quando scrive a Timoteo: “Quando verrai porta il mantello che ho lasciato a Troas da Carpo, e i libri, specialmente le pergamene” (2 Tim 4:13). Più tardi il latino trasformò in singolare “Biblìa”, e quindi “Bibbia” in lingua corrente. Altre espressioni sono: Sacra Scrittura, Testo Sacro, la Parola di Dio, ecc.
La Bibbia, quindi, è una raccolta di libri, all’origine indipendenti tra loro, scritti in un periodo di circa 1500/1600 anni, da circa 40 scrittori vissuti in epoche diverse e di diversa cultura ed estrazione sociale: re, condottieri, profeti, pastori di pecore, gabellieri, medici, pescatori.
Nonostante la diversità degli scrittori ed il tempo trascorso, la Bibbia presenta una sorprendente unità.
La collezione si compone di 66 libri (73 per la Bibbia cattolica più alcune aggiunte al libro di Ester e Daniele), suddivisa in due grandi parti: “Antico” e “Nuovo Testamento” , dove la parola “Testamento” significa anche “Patto, Alleanza”, per indicare i due patti fatti da Dio con l’uomo: il patto della legge ed il patto della grazia. Queste espressioni trovano origine in Geremia 31:31/33 e Matteo 26:27/28:
“Ecco, i giorni vengono», dice il SIGNORE, «in cui io farò un nuovo patto con la casa d’Israele e con la casa di Giuda; non come il patto che feci con i loro padri il giorno che li presi per mano per condurli fuori dal paese d’Egitto: patto che essi violarono, sebbene io fossi loro signore, dice il SIGNORE; ma questo è il patto che farò con la casa d’Israele, dopo quei giorni», dice il SIGNORE: io metterò la mia legge nell’intimo loro, la scriverò sul loro cuore, e io sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo” (Geremia 31:31/33)
“Mentre mangiavano, Gesù prese del pane e, dopo aver detto la benedizione, lo ruppe e lo diede ai suoi discepoli dicendo: Prendete, mangiate, questo è il mio corpo. Poi, preso un calice e rese grazie, lo diede loro, dicendo: Bevetene tutti, perché questo è il mio sangue, il sangue del patto, il quale è sparso per molti per il perdono dei peccati”. (Matteo 26:27/28)
Gli ebrei chiamano le sacre scritture con l’acronimo TANAK, dalle iniziali delle 3 parti in cui è diviso l’Antico testamento.
TORAH (la legge). Durante l’esodo del popolo ebraico dall’Egitto verso la terra promessa, Mosè diede loro la “TORAH”, che corrisponde al “Pentateuco” che troviamo nelle nostre Bibbie. Il “Pentateuco” (dal greco ”cinque volumi”) all’origine era un solo “rotolo» che gli israeliti chiamavano: «il libro della legge del Signore, dato per mezzo di Mosè» (2 Cron. 34:14), «la legge di Mosè» (Esdra 7:6) o semplicemente «la legge» (Mat. 12:5). Il nome “Pentateuco” fu dato dai “settanta» che introdussero anche la divisione in Genesi, Esodo, Levitico, Numeri e Deuteronomio.
NEBHIIM (I Profeti): questa raccolta va da Giosuè e ai profeti minori.
KETHUBHIM (Altri scritti), comprendente Salmi, Proverbi, Giobbe, Cantico dei Cantici, Rut, Ecclesiaste, Lamentazioni, Ester, Daniele, Esdra, Nehemia, 1, 2 Cronache.

Scritta da uomini per uomini

La Bibbia non è un libro disceso dal cielo, ma Dio ha scelto uomini per parlare ad altri uomini, col linguaggio degli uomini. L’”ispirazione” è l’influenza esercitata dallo Spirito Santo sugli scrittori del testo sacro perché essi potessero trasmettere fedelmente la rivelazione ricevuta.
“Abbiamo inoltre la parola profetica più salda: farete bene a prestarle attenzione, come a una lampada splendente in luogo oscuro, fino a quando spunti il giorno e la stella mattutina sorga nei vostri cuori. Sappiate prima di tutto questo: che nessuna profezia della Scrittura proviene da un’interpretazione personale; infatti nessuna profezia venne mai dalla volontà dell’uomo, ma degli uomini hanno parlato da parte di Dio, perché sospinti dallo Spirito Santo” (2 Pietro 1:19/21)
“Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, perché l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona” (2 Tim. 3:16)
Le lingue della Bibbia
L’Antico Testamento fu scritto in ebraico, la lingua di ceppo semitico, con l’eccezione di alcuni brevi passi di Esdra, Daniele, un verso di Geremia ed uno della Genesi, che sono stati scritti in aramaico, una lingua molto vicina all’ebraico (non si tratta di un dialetto), di origine nord Mesopotamico, che gli ebrei iniziarono a parlare dopo il ritorno dalla cattività. Ai tempi di Gesù si parlava l’aramaico mentre l’ebraico continuo ad essere la lingua ufficiale della liturgia religiosa.
Il Nuovo Testamento fu scritto completamente in greco, nella forma Koinè”, cioè la lingua comune e popolare e non la lingua più dotta del greco classico.
Suddivisione dei libri della Bibbia:
ANTICO TESTAMENTO
Pentaeuco o legge: Genesi, Esodo, Levitico, Numeri, Deuteronomio.
Libri storici: Giosuè, Giudici, Rut, 1,2 Samuele, 1,2 Re, 1,2 Cronache, Esdra, Nehemia, Ester.
Poetici o sapienzali: Giobbe, Salmi, Proverbi, Ecclesiaste, Cantico dei canti.
Profeti maggiori: Isaia, Geremia, Lamentazioni, Ezechiele, Daniele.
Profeti Minori: Osea, Gioele, Amos, Abdia, Giona, Michea, Nahum, Habacuc, Sofonia, Aggeo, Zaccaria, Malachia.
NUOVO TESTAMENTO
Vangeli: Matteo, Marco, Luca, Giovanni.
Storia: Atti degli apostoli
Lettere Paoline: Romani, 1,2 Corinzi, Galati, Efesini, Filippesi, Colossesi, 1,2 Tessalonicesi, 1,2 Timoteo, Tito, Filemone.
Lettere Cattoliche: Ebrei, Giacomo, 1,2 Pietro, 1,2,3, Giovanni, Giuda.
Profezia: Apocalisse.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>